AGRICOLTURA E SUSSIDI: SFATARE I MITI

€15.00

in: Libri libertari, Novità, SUGGERIMENTI

Un esempio concreto di come il sistema agricolo funzioni meglio senza contribuzioni pubbliche, evitando così inutili tasse sui contribuenti.


AUTORE: BRIAN CHAMBERLIN

La riforma portata a termine dai “Federate Farmer” è da definirsi encomiabile, nonostante qualche diffidenza e qualche timore iniziali. Eppure, oggi possiamo tranquillamente considerare l’esperienza neozelandese un faro per tutta l’agricoltura occidentale che, non dimentichiamolo, continua ad essere pesantemente sussidiata. Nella sola Europa, il 50% del bilancio dell’Unione finisce nel calderone generale del sistema agricolo, nel quale sguazzano non pochi pescecani.

Il titolo originale è del libro è “Farming and subsidies: debunking myths”, che in italiano suonerebbe così: “Agricoltura e sussidi: sfatare i miti”. Un racconto eccezionale, una storia vera, che si rivolge a chiunque voglia farsi un’opinione sulle possibilità di riforma del sistema dei sussidi in agricoltura, che nella terra dei Maori sono spariti da un anno all’altro. Nel 1985 erano ancora parte delle politiche agricole, nel 1986 i rubinetti dei soldi pubblici si sono chiusi definitivamente. Chamberlain ci regala un resoconto in prima persona su quanto avvenuto, mostrando – fatti alla mano, risultati alla mano – che la liberalizzazione del mercato dei prodotti agricoli ha dato grandi soddisfazioni e prosperità agli addetti ai lavori, con grande sollievo per i contribuenti.

PREFAZIONE DI GIORGIO FIDENATO

1 commento

  1. […] e consumatori, sul modello di quanto proposto dai Federate Farmer neozelandesi descritti nel libro Agricoltura e sussidi: sfatare i miti di Brian […]

Pubblica una risposta

*