COLPIRNE UNO PER EDUCARNE CENTO

€8.00

in: Altri Libri

A CURA DI ALBERTO MINGARDI e PAOLO ZANOTTO PREFAZIONE DI OSCAR GIANNINO DESCRIZIONE: La condanna di Microsoft, da parte dell’antitrust europeo, ha suscitato vasti entusiasmi. Lo smacco del gigante americano, per mano dell’UE, ha occupato le prime pagine dei giornali, segnando apparentemente un punto a favore di una visione più “equa” e “regolata” del mercato. […]


A CURA DI ALBERTO MINGARDI e PAOLO ZANOTTO

PREFAZIONE DI OSCAR GIANNINO

DESCRIZIONE:

La condanna di Microsoft, da parte dell’antitrust europeo, ha suscitato vasti entusiasmi. Lo smacco del gigante americano, per mano dell’UE, ha occupato le prime pagine dei giornali, segnando apparentemente un punto a favore di una visione più “equa” e “regolata” del mercato. Ma davvero decisioni antitrust di questa portata aiutano la concorrenza? Microsoft è effettivamente un monopolista? Le sue quote di mercato sono state conquistate a spese di competitori più efficienti e meritevoli? È giusto adottare una visione meramente “quantitativa” della concorrenza, a spese dell’innovazione? Sono queste le domande cui tenta di rispondere questo libro. Un saggio a più voci, che a partire dal caso Microsoft indaga meriti e demeriti dell’antitrust: nella convinzione che essi vadano misurati non tanto su chi oggi viene colpito, ma sugli effetti di lungo periodo di ogni singola decisione e sanzione. Le vicende della softwarehouse di Seattle servono in primo luogo, dunque, per capire meglio il “futuro della concorrenza in Europa”. Ricordandoci che la priorità è garantire competitività ed innovazione. La visione alla base di questo libro, scrive Oscar Giannino nella prefazione, è quella “della scuola hayekiana, austriaca, secondo la quale la concorrenza non è una quantità standard da garantire ma un processo in continua modifica a opera delle imprese, i cui sforzi di innovazione e concentrazione vanno premiati, se a beneficiarne è il mercato e il cliente”. Alberto Mingardi è Direttore Generale dell’Istituto Bruno Leoni. Senior Fellow del Centre for the New Europe di Bruxelles, ha curato “Antitrust. Mito e realtà dei monopoli” (Rubbettino-Facco, 2004). Paolo Zanetto è consulente di public affairs e relazioni istituzionali. Ha ricoperto incarichi politici a livello nazionale ed europeo. Con Alberto Cattaneo, è autore di “(E)lezioni di successo. Manuale di marketing politico” (Rizzoli-Etas, 2003). È responsabile dello “European Antitrust Watch” dell’Istituto Bruno Leoni.

Pubblica una risposta

*